Bergamo. 20 aprile 2020.

Nelle ultime settimane sono giunte a questa Agenzia diverse richieste di infomazioni ed alcuni suggerimenti in merito ai rimborsi degli abbonamenti del Trasporto Pubblico Locale.

In proposito si ricorda che le modalità di rimborso degli abbonamenti sono regolate da ciascun’Azienda secondo quanto stabilito nella propria specifica Carta della Mobilità”, scritta secondo le specifiche normative.

Le motivazioni delle richieste di rimborso derivanti dallo stato di emergenza sanitaria in corso, non sono tuttavia direttamente riconducibili alle procedure di rimborso normalmente tracciate, in quanto le cause sono conseguenti alle disposizioni dei decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri dei mesi di marzo e di aprile 2020, tra cui anche la sospensione delle attività didattiche in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché la riduzione del servizio di Trasporto Pubblico Locale scolastico.

Per questo, da qualche settimana, è stato sollevato questo tema dalle Agenzie a da altre Organizzazioni presso la Regione Lombardia e da qui verso il Ministero dei Trasporti per trovare una soluzione uniforme a livello nazionale che possa comporre le giuste esigenze dei Passeggeri, superando le diverse procedure e modalità oggi in vigore presso le Aziende e trovando specifiche soluzioni per l'attuale esigenza.

Siamo pertanto in attesa di un provvedimento ministeriale (e/o regionale) che dia indicazioni certe riguardo alla procedura di rimborso degli abbonamenti acquistati dai Passeggeri, ed in particolare dalle Famiglie degli studenti, o ad uneventuale estensione della validità dgli abbonamenti.

Non appena saremo in possesso di informazioni certe, sarà nostra cura ragguagliarVi adeguatamente.